Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» 2013 05 14 Verbale
Mer Mag 15, 2013 6:00 pm Da Annalisa

» 2011 06 17 Verbale
Mer Set 26, 2012 6:42 pm Da Annalisa

» 2011 05 03 Verbale
Mer Set 26, 2012 6:41 pm Da Annalisa

» Apericena 17 maggio 2011
Mer Mag 04, 2011 6:46 pm Da Annalisa

» 2011 03 08 Verbale
Dom Mag 01, 2011 7:00 pm Da Annalisa

» 2011 03 08 Verbale
Gio Mar 10, 2011 7:09 pm Da Annalisa

» 2011 02 22 Verbale
Gio Mar 03, 2011 9:53 pm Da Annalisa

» 2010 04 27 Verbale
Lun Dic 27, 2010 9:59 pm Da Annalisa

» 2010 05 11 Verbale
Lun Dic 27, 2010 9:58 pm Da Annalisa

» Verbale 8 giugno 2010 - tessera bocciofila
Lun Dic 27, 2010 9:56 pm Da Annalisa

» Verbale 14 settembre 2010
Lun Dic 27, 2010 9:54 pm Da Annalisa

» Verbale 28 settembre 2010
Lun Dic 27, 2010 9:54 pm Da Annalisa

Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca

fa' la cosa giusta




AGENDA
MARTEDI' 21.00-23.00
CONSEGNA PRODOTTI-ASS. SPORTIVA BOCCIOFILA
2° - 4° MARTEDI' 21.00 CONSEGNA
22.00 RIUNIONE - ASS. SPORTIVA BOCCIOFILA

commento dopo la prima riunione intergas-fi

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

commento dopo la prima riunione intergas-fi

Messaggio  Admin il Gio Ott 22, 2009 3:11 pm

Da: Doretta
Data: 22/10/2009 0.51.25
A: gasfiorenti@inventati.org
Oggetto: [GasFi] Riflessioni sulla rete dei gas


IL FORUM DEI GAS FIORENTINI http://www.gasfiorentini.it/index.php?option=com_ccboard&view=forumlist&Itemid=65


--------------------------------------------------------------------------------



Ciao,

sono Doretta del gas di Settignano e ho partecipato alla riunione dell’intergas del 10 di ottobre. Quella riunione mi ha lasciato addosso una sensazione di disagio e stasera ho deciso di mandarvi alcune mie riflessioni. Spero abbiate la pazienza di leggerle.

Prendo spunto dalle mail sull'argomento forum/lista e dico subito che anche io sono “affezionata” alla lista. La ritengo uno strumento più aperto, più diretto e immediato e quindi più includente rispetto al forum. Penso anche che la lista dei gas dovrebbe rimanere aperta a chiunque sia anche soltanto incuriosito e non soltanto ai componenti “attivi” dei gas.

Il forum va bene (e può tranquillamente coesistere) ma è un’altra cosa; richiede più tempo, più dimestichezza con il web, più concentrazione. E’ un ottimo strumento, come ha fatto notare Leo, per mettere a disposizione di chi vi si affaccia uno “storico” ordinato delle discussioni, ma è comunque meno immediato e quindi, secondo me, più escludente.

Inoltre, il fatto che il forum sia un contenitore di discussioni per chiunque abbia voglia di informarsi su quanto è stato detto è una cosa buona ma non, secondo me, esaustiva perché io penso che non possa in alcun modo sostituire il confronto diretto; il parlarsi e il raccontarsi faccia a faccia. Sono consapevole che quest’ultima sia una modalità che a volte può essere faticosa e sembrare inconcludente ma penso anche che sia (e che debba essere) una delle caratteristiche fondamentali della partecipazione a un gruppo di acquisto solidale.

E qui mi riallaccio alla discussione all’intergas del 10 ottobre.

Purtroppo mi è sembrato di percepire durante la riunione una diffusa insofferenza nel ripetere le cose già dette, le riflessioni già affrontate, e una certa resistenza a rimettere in discussione le decisioni già prese da parte dei/delle partecipanti più “vecchi/e” verso chi è nuovo. Credo di poterne comprendere i motivi. Di sicuro c'entrano il poco tempo a disposizione o la stanchezza.

Però non penso che sia una cosa buona.

Provo a spiegarvi perché.

Durante la discussione abbiamo spesso citato il documento base dei gas. Stasera me lo sono andato a rileggere: l’aspetto etico e solidale è richiamato già dalla prima pagina e poi trasuda da ogni riga. Così come la finalità ultima, cioè quella di creare le condizioni di un mercato diverso. Vuol dire, secondo me, che già tra di noi, nei nostri gruppi autoformati e autogestiti dovremmo cercare in tutte le maniere di migliorare i rapporti interpersonali, perché è soltanto così che sarà possibile influire sui cambiamenti futuri. Sono quindi necessari, rispetto ai rapporti abituali, un maggiore ascolto, una maggiore condivisione e una maggiore interconnessione. Questo a volte può voler dire discutere fino alla nausea. Io non penso che sia una cosa inutile. Di sicuro chi si affaccia a un gruppo di acquisto avrà in sé perlomeno “il germe” della voglia di migliorare il mondo. Di sicuro prima o poi ci si dovrà comprendere…

Oltre a questo ci sono state altre cose che mi hanno messo a disagio.

Si è parlato di azzerare la mailing list e di permetterne l’accesso soltanto agli aderenti alla rete. Si è parlato di coordinamento e di “struttura superiore”; concetti entrambi molto differenti a mio parere da quello di rete. Si è parlato di delegati e di rappresentanti (in una rete io immagino dei referenti a rotazione). Insomma, da certi punti di vista a me è parso che si ipotizzasse di costruire una struttura rigida, verticistica, con una personalità bene definita, capace di dialogare con l’esterno, ma che, a mio parere, ha poco a che vedere con la natura dei gas.

Io immagino, al contrario, un’organizzazione orizzontale, fluida, aperta, in movimento che prenda la sua forza dalla discussione e dal consenso tra chi vi partecipa. Gli strumenti potrebbero essere quelli informatici, certo, ma anche (e vorrei dire soprattutto) gli incontri e le decisioni condivise.

Tutto questo è stato discusso e poiché non si è arrivati a un’opinione condivisa si è detto di discuterne ancora alla prossima riunione.

E così quando alla fine della riunione abbiamo fatto il censimento dei gas che avrebbero aderito alla rete io ho dato l’adesione per il mio gas perché ho pensato che comunque la partecipazione è una cosa importante.

La scorsa settimana, durante la riunione con il mio gas ho detto di come la necessità di creare una rete sia nata dalla necessità di definire un soggetto che possa prendere delle decisioni comuni, rapportarsi con l’esterno o con le istituzioni (come nel caso di Terra Futura), di potersi firmare “Rete dei Gas Fiorentini” invece che con il nome e il cognome quando c’è da esprimere un parere o rilasciare una dichiarazione, di rafforzare la capacità di diffondere i nostri motivi e le informazioni. Poi ho cercato di riferire la discussione. Ma mentre la riferivo e via via che gli altri/e del gruppo mi domandavano chiarimenti cresceva la sensazione che si stia rischiando di costruire una struttura rigida, alla quale sia difficile partecipare, escludente. Alla fine mi sono resa conto che non ero nemmeno più capace di spiegare perché si sia avvertita la necessità di costruire la rete al posto dell’intergas.

Per questo sento ancora molto forte l’esigenza di discutere e di capire e ho molta fiducia e aspettativa per la riunione del 7 novembre. Parliamone.

Doretta
-----------------------------------------------------------------------------


_______________________________________________
GASfiorenti mailing list
GASfiorenti@inventati.org
https://www.autistici.org/mailman/listinfo/gasfiorenti


--------------------------------------------------------------------------------

Admin
Admin

Numero di messaggi : 150
Data d'iscrizione : 14.06.09
Località : SCANDICCI

http://gaseticamente.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum