Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» 2013 05 14 Verbale
Mer Mag 15, 2013 6:00 pm Da Annalisa

» 2011 06 17 Verbale
Mer Set 26, 2012 6:42 pm Da Annalisa

» 2011 05 03 Verbale
Mer Set 26, 2012 6:41 pm Da Annalisa

» Apericena 17 maggio 2011
Mer Mag 04, 2011 6:46 pm Da Annalisa

» 2011 03 08 Verbale
Dom Mag 01, 2011 7:00 pm Da Annalisa

» 2011 03 08 Verbale
Gio Mar 10, 2011 7:09 pm Da Annalisa

» 2011 02 22 Verbale
Gio Mar 03, 2011 9:53 pm Da Annalisa

» 2010 04 27 Verbale
Lun Dic 27, 2010 9:59 pm Da Annalisa

» 2010 05 11 Verbale
Lun Dic 27, 2010 9:58 pm Da Annalisa

» Verbale 8 giugno 2010 - tessera bocciofila
Lun Dic 27, 2010 9:56 pm Da Annalisa

» Verbale 14 settembre 2010
Lun Dic 27, 2010 9:54 pm Da Annalisa

» Verbale 28 settembre 2010
Lun Dic 27, 2010 9:54 pm Da Annalisa

Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca

fa' la cosa giusta




AGENDA
MARTEDI' 21.00-23.00
CONSEGNA PRODOTTI-ASS. SPORTIVA BOCCIOFILA
2° - 4° MARTEDI' 21.00 CONSEGNA
22.00 RIUNIONE - ASS. SPORTIVA BOCCIOFILA

fitness? leggi qui

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

fitness? leggi qui

Messaggio  Admin il Mer Ago 26, 2009 5:39 pm

Vivere con cura. Verso Copenaghen. (Petr)olio di gomito e di ginocchio (Prima parte) di M. Correggia

Il nostro corpo, motore sostenibile

Qual è un ottimo, spesso inutilizzato strumento per ridurre l'uso di energia fossile e dunque i gas serra? La nostra energia fisica! Un fai da te di massa e l'equa redistribuzione della fatica: sarebbero due rivoluzioni benefiche per l'equità internazionale e la sopravvivenza del pianeta. Cambierebbe il mondo se ogni persona in buona salute si assumesse una quota di impegno muscolare per la produzione di beni e servizi essenziali. Da un lato sarebbe superata una grande ingiustizia che percorre le nazioni e il mondo: lo scaricare la fatica fisica sulle mani, le schiene e le gambe di una parte solo dell'umanità, dei moderni schiavi per padroni magari lontani e non consapevoli di esserlo. Dall'altro lato si sostituirebbe senza fatica con l'energia umana una frazione rilevante dell'energia fossile oggi impiegata nella produzione di servizi, con un notevole risparmio di energia fossile. Ecco perché parliamo di petrolio di gomito.

Anche a proiettarci in un futuro convertito alle energie pulite, la liberazione totale dallo sforzo muscolare nel lavoro remunerato e in quello domestico non sarebbe possibile: per la loro natura esse devono andare di pari passo con la riduzione della domanda globale di energia. E a proiettarci in un futuro di giustizia, possiamo accettare la perpetuazione della divisione fra sedentari che usano i muscoli solo per diporto o per la fitness e lavoratori manuali che usano i muscoli per tutto quanto, sul lavoro e a casa?

Alcuni beni, e molti servizi possono agevolmente essere autoprodotti da tutti, anziché solo dalle braccia di qualcun altro o da energivore macchine. Qual è la condizione indispensabile? Eccola!

Braccia e gambe da sottrarre alla pigrizia e alle palestre

Ormai lo gridano anche i muri e lo sanno anche i piccioni: per la buona salute è indispensabile un'igiene di vita che metta al bando la sedentarietà. Molti non muovono un passo nemmeno per andare a comprare le sigarette (due errori in uno). Il pollice da sms è l'unica cosa in esercizio (e l'abuso dà luogo ormai a piccole ma noiose patologie). Sicuramente i lettori di Greenreport non appartengono a questa categoria di nullafacenti. Allora, spronino gli altri!

Ma qual è l'alternativa che i media propongono ai sedentari? Andate in palestra, o in piscina, o correte per i parchi o andate a far sport. E però...

Le palestre da fitness e da dimagrimento o rimodellamento corporeo (lasciamo da parte quelle per la riabilitazione e per curare seri problemi fisici) potrebbero essere meglio definite così: un modo per produrre gas serra (legati all'energia usata per l'illuminazione e il condizionamento termico degli spazi e magari per le automobili e i motorini usati per arrivare in palestra ) bruciando energia umana per non produrre niente di niente, salvo muscoli che non saranno mai usati fuori dalla palestra se non per altri allenamenti improduttivi.

Sottrarre i muscoli alle palestre per tenersi in forma producendo beni o servizi significa sia tagliare i consumi energetici relativi al produrre questi beni e servizi con le macchine, sia tagliare i consumi energetici delle palestre stesse (potremmo calcolarli entrando in possesso di una loro bolletta standard...).

Admin
Admin

Numero di messaggi : 150
Data d'iscrizione : 14.06.09
Località : SCANDICCI

http://gaseticamente.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum