Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» 2013 05 14 Verbale
Mer Mag 15, 2013 6:00 pm Da Annalisa

» 2011 06 17 Verbale
Mer Set 26, 2012 6:42 pm Da Annalisa

» 2011 05 03 Verbale
Mer Set 26, 2012 6:41 pm Da Annalisa

» Apericena 17 maggio 2011
Mer Mag 04, 2011 6:46 pm Da Annalisa

» 2011 03 08 Verbale
Dom Mag 01, 2011 7:00 pm Da Annalisa

» 2011 03 08 Verbale
Gio Mar 10, 2011 7:09 pm Da Annalisa

» 2011 02 22 Verbale
Gio Mar 03, 2011 9:53 pm Da Annalisa

» 2010 04 27 Verbale
Lun Dic 27, 2010 9:59 pm Da Annalisa

» 2010 05 11 Verbale
Lun Dic 27, 2010 9:58 pm Da Annalisa

» Verbale 8 giugno 2010 - tessera bocciofila
Lun Dic 27, 2010 9:56 pm Da Annalisa

» Verbale 14 settembre 2010
Lun Dic 27, 2010 9:54 pm Da Annalisa

» Verbale 28 settembre 2010
Lun Dic 27, 2010 9:54 pm Da Annalisa

Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca

fa' la cosa giusta




AGENDA
MARTEDI' 21.00-23.00
CONSEGNA PRODOTTI-ASS. SPORTIVA BOCCIOFILA
2° - 4° MARTEDI' 21.00 CONSEGNA
22.00 RIUNIONE - ASS. SPORTIVA BOCCIOFILA

verbale primo intergas toscano

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

verbale primo intergas toscano

Messaggio  Admin il Ven Ott 23, 2009 11:39 pm

Oggetto: Re: primo intergas toscano


Salve,

vi inoltro la stesura finale del verbale della prima riunione dei gas toscani avvenuta il 18 Ottobre a Sesto Fiorentino in un' atmosfera cordiale, di grande collaborazione e voglia di conoscerci.Prossima riunione dei gas toscani per continuare il percorso che abbiamo iniziato, 13 Dicembre sempre a Colonnata,Sesto Fiorentino.


Punto 1

Conosciamoci:
PAOLO MENCHINI (gas massa) sono un gruppo informale ma discutono dicostituirsi in associazione. Si ritrovano c/o casa delle culture e si riuniscono 2 volte al mese, gemmazione e nascita di altri due gas dalla loro esperienza. Varie attività anche in collaborazione con le
amministrazioni comunali e provinciali ed altre associazioni, anche di categoria, intorno al progetto del bilancio partecipato e allo spazio contadino (spaccio di filiera corta).
ENRICO SANTAMBROGIO (gas Versilia) fanno parte con altri 15 gas all'intergas alta toscana e singolarmente come gas contano 340 iscritti. Segnala aggregazione forte del gruppo su spesa, ma mancanza aggregazione per "punti successivi", riunione 2 volte al mese con circa 70 famiglie attive.Hanno iniziato un percorso di avvicinamento con altre realtà internazionali di consumo consapevole attraverso i gemellaggi.

FIORENZA GEMINI (Gras Grosseto) : 40ina di iscritti di cui 20 attivi, mancanza di sede, unico gas a grosseto, languisce un pò nella fase estiva, mancanza di progetti ad ampio respiro per adesso.C'è un gruppo che si sta interessando di raccolta differenziata.Conducono due riunioni mensile, una sulla spesa l'altra su contenuti etici da approfondire.

LUCIANA EX GAS VERSILIA adesso GAS VECCHIANO nato da 1 anno, una 40ina di iscritti, una 20ina attivi, ancora con non molti fornitori, interessante il progetto "pane" (si trovano il lun mattina per fare il pane assime dopo aver acquistato farina da fornitore gas).hanno aperto il progetto "filiera del pane" che a regime porterà dalla coltivazione biologica alla panificazione il pane per diversi gas della zona.

RENATO MICROPELAGO LUCCA: sia di intergas alta toscana che gas lucca micropelago: esperienza per la quale hanno aperto anche una coop che doveva fare da punto vendita dei pdt del gas poi non sviluppata adeguatamente, quindi faccciamo un passo per volta e ponderiamo ogni singolo movimento.Aderisce personalmente al progetto intergruppi di Lucca che vede coinvolte numerose associazioni di solidarietà locali.

STEFANIA (gas Valtiberina) gas costituito in associazione, ca 35 famiglie fisse circa 30 produttori, forte importanza delle RELAZIONI, mancanza di sede fissa. varie iniziative ("campagna aperta" ora trasformata iin un "mercatale"), 3 gas in arezzo, 6 in provincia. Condivisione di produttori. RETE DI PROFESSIONISTI (GASISTI) DA CODIVIDERE NELLA PROFESSIONALITA' come gas-fornitori di servizi e prodotti. nb prima gasisti, poi professionisti.

PAOLA (gas arezzo) 4/5 gruppi molto forti nelle relazioni, nascita altri gas per gemmazione

GIOVANNA (gas sesto) gas molto numeroso, si è posto il problema di porre un limite all'accesso, per adesso non hanno chiuso, ma se lo domandano. Molto attivo sul territorio, incontri settimanali anche alla consegna, ma pensano ad una data da dedicare all'organizzazione.

MASSIMO LIVERANI (gas bio c'è) nati da gassedotti 26 nuclei familiari forti problemi logistici legati alla mancanza di sede. Iniziative sul territorio per la nutrizione. filtro per accedere al gas.

ENRICO CECCHI (gas equobaleno) gas di una 20 ina di nuclei familiari, varie iniziative sul territorio anche per fare cultura, collaborazione con la PA sopratutto nell'ottica di una diffusione del consumo critico, c'è anche l'associazione che si occupa del lato finanziamenti ecc filtro per accedere.

BLASCO (gas carrara) molto dedito agli acquisti in ml 70/80 persone, ma attive una 30ina, collaborazione con la valle della lunigiana e sostegno a vari produttori, sono riusciti a promuovere 1 sabato del mese mercatino del bio, molto successo, da riproporre ogni 15 gg, ma ancora l'amministrazione latita alla richiiesta fatta.

ANDREA (gas castelfiorentino) ml con 70 iscritti una 60 attivi. Molto lavoro sul territorio, scelta di prod non necessariamente bio

CRISTINA (gas eticamente) gas storico, la partecipazione comporta un'iscrizione e divisione dei compiti in vari gruppi; il clima che vi regna ci teniamo che rimanga aperto, amichevole, solidale, familiare, sta cercando sede per uscita da bottega di eticamente, si sta trasformando in qlcosa di altro.

MARIELLA (Gas Montagnana): quasi 30 famiglie, consegne settimanali, riunioni 2 volte il mese (Casa del popolo). Comunicano con mailing list, ordini su economia-solidale. Chiedono "iscrizione" al Gas compilando scheda e versando quota (per lista e sito) e questo fa selezione. Dopo un "rodaggio" tutti si prendono un incarico, a rotazione. Stanno lavorando ad associazione che non avrà però il Gas al suo interno. Buoni rapporti istituzioni.


ANGELO MALCONTENTI (gas ricorboli solidale) nella doppia veste di gasista e in rappresentanza per regione toscana e assessorato di baronti per tutela dei consumatori

LUCIANO COLUCCIA (gas ricorboli solidale) gas nato da associazione no profit (ricorboli, molto attiva su vari progeti di solidarietà e di microcredito internazionale), molto attenti prima al solidale, poi all'associazione e solo dopo all'acquisto


PAUSA PRANZO

a) Enrico S. espone brevemente il progetto "adotta 1 litro di fotovoltaico" che propone il prefinanziamento della produzione di un produttore biodinamico "il Casale" di vino,olio e farro toscano in cambio di un progetto di investimento sul fotovoltaico.Si rimanda l'approfondimento dopo che il referente del progetto del gas versilia inoltrerà una documentazione più esauriente al gruppo.

1) LEGGE REGIONALE SULL'ALTRAECONOMIA (e problemi attinenti)
Angelo: attenzione, se volete legge regionale sullo stile del Lazio o raccogliamo 10000 firme o presentazione da parte di gruppo consiliare (ipotesi bocciata,l'assemblea ha sostenuto nel caso, la presentazione della legge con 10000 firme).

Paolo: occorre rivedere la legge e collaborazione con assessorato regionale per recuperare fondi per iniziative (chi si rende visibile ha maggior attrativa sul territorio), ma soldi solo a chi ha progetti realistici e propositivi. Fondi anche per creare un circuito virtuoso che dovrebbe portare anche posti di lavoro nel settore.

Lapo: ma legge per quale scopo? Forse possibile aggregarsi attorno a singoli progetti: "per fare cultura", per sviluppare un certo tipo di commercio, per incidere nelle nostre realtà, ma poi ABBIAMO bisogno di soldi? (e il cesvot?)

Renato: gas per far cultura, politica... il gruppo e la massa critica sono soluzioni, POI c'è il progetto politico successivo

Enrico Cecchi per incidere sulla realtà è necessario il numero, la massa critica==> come crescere? PRAGMATISMO ci consente di essere attrattivi fuori dagli schemi classici

Enrico Santambrogio:1) mette a disposizione progetto di "economia solidale" per lo sviluppo di un portale di economia solidale (o magari nel potenziamento del già esistente sito www.economia-solidale.org), progetto che ha bisogno di fondi ma è già pronto (e presentato l'anno scorso al CESVOT) 2 Idea di creare la figura di "animatore di reti solidali", figure professonali per lo sviluppo dei gas e per coordinare i vari attori del sistema di economia solidale...occorrono fondi regionali? 3 AMAP francesi sviluppati su piu' livelli, comunali, provinciali e regionali autofinanziati dagli amappisti, dalle istituzioni e dai fornitori, modello da riproporre in Italia?

Blasco: affine ad Enrico Cecchi, PRAGMATISMO, evitiamo di perderci in impegni troppo grossi e dispersivi, al massimo aggreghiamoci attorno ad un progetto e poi partiamo da li.Pensa che sia utile all'aggregazione dei gas toscani iniziare subito a dialogare per promuovere una legge di iniziativa popolare sull'economia solidale dandosi la scadenza di marzo 2010 per essere pronti dopo le elezioni quando sarà rinnovato il consiglio regionale.

Antonella: riprende Paolo e l'idea di creare una filiera virtuosa che porti ad un circolo positivo che crei nuovi posti di lavoro.. sviluppo dell'intergas toscano con qs finalità

Angelo: PROSSIMO APPUNTAMENTO A LUCCA (dom prossima) incontro cui sono presenti ed invitati i gas, palcoscenico per chiarire chi siamo e cosa facciamo, carattere divulgativo con occhio su nuova economia, all'impatto economico sul territorio, e agli aspetti internazionali
cosa dire: chi siamo e cosa facciamo e impatto economico sul territorio (Lapo gas equobaleno, firenze), esperienza intergas alta toscana e progetti intergruppo Lucca (Renato,gas micropelago), Come funziona, quali sviluppi e collaborazione con altre istituzioni per l'impatto sulla realtà economica di progetti locali e del territorio (Paolo,gas Massa).Aspetti e confronti internazionali del gas (E. Santambrogio,gas versilia)

Ci lasciamo fissando il
PROSSIMO INTERGAS: 13 DICEMBRE c/o colonnata, firenze... cura odg ecc STEFANIA della valTiberina
Con l'obbiettivo di ridiscutere sullo sviluppo delle legge sull'altraeconomia che vorremmo, mettendo in rete e creando un documento wiki che permetta a tutti di vederla ed accogliere suggerimenti per la sua modifica.
Cercheremo inoltre di coinvolgere per la prossima riunione, altri gas toscani per la creazione di un gruppo stabile di confronto e discussione sulle tematiche che a noi tutti più interessano e sui singoli progetti che i vari gas stanno portando avanti,sulla base del concetto mutuato di economia solidale dal lavoro del gas di Massa sul bilancio partecipato che tutti noi approviamo:

“La vera economia è anche cultura e la cultura può restituirci un'economia che sia impiego razionale e misurato delle risorse, in modo da soddisfare i bisogni di tutti, senza squilibri e sprechi, nel rispetto dei diritti delle persone e della Natura.”.
Si è anche deciso delle due mailing list toscane di lasciarne una sola dopo aver messo d'accordo i due amministratori.
P.S. Una piccola nota a margine che vorrei facesse riflettere:contemporaneamente alla nostra riunione regionale che in effetti speravamo un pò tutti fosse più partecipata, si svolgeva a Prato il 1°incontro regionale dei meetup toscani.Poichè diversi di noi (me compreso) sono coinvolti anche nel meetup e viceversa spero che il prossimo incontro si svolga in una data diversa, dove a sentire loro ci sono stati molti gasisti e persino hanno cucinato prodotti dal gas con l'aiuto di una gasista di Prato..anche se quello che ci siamo condivisi noi era tutto veramente buono!

Admin
Admin

Numero di messaggi : 150
Data d'iscrizione : 14.06.09
Località : SCANDICCI

http://gaseticamente.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum